Marketing

Cambio di rotta di Facebook sui contenuti a scopo pubblicitario

La pubblicità, su Facebook, è divenuta un elemento molto importante ma, spesso e volentieri, esso non viene sfruttato come dovrebbe.
Ecco quindi il cambiamento che risulta essere maggiormente atteso da chi opera su Facebook con scopi aziendali e di puro marketing.

La pubblicità e Facebook

Facebook è divenuto uno dei mezzi maggiormente adoperati per poter riuscire a farsi conoscere ma, spesso e volentieri, esso non viene sfruttato correttamente.
Secondo recenti studi, i brand presenti sul sito web non utilizzano le modalità previste dal social network, ovvero non inseriscono il nome del brand che ha creato quel determinato oggetto.
Questo, ovviamente, avrà degli effetti negativi visto che, la popolarità del suddetto brand, verrà completamente decimata proprio a causa di tale mancanza.
Si tratta quindi di un problema che merita particolare attenzione: Facebook ha infatti deciso di adottare un cambiamento della politica che riguarda tale tipologia di inserzioni, in maniera tale che la correttezza, nonché la trasparenza sul sito web, possano essere sempre e comunque presenti, evitando quindi delle situazioni tutt’altro che piacevoli da affrontare.

L’iniziativa di Facebook

Per poter riuscire ad evitare che, alcuni brand e gestori delle pagine social di Facebook, possano continuare ad adottare un comportamento tutt’altro che corretto, ecco che spunta una nuova politica che sarà in grado di offrire, ai brand, un livello di correttezza che risulta essere incredibilmente elevato.
Come primo punto a favore di questa nuova politica bisogna sottolineare che, essa, si baserà sull’inserimento di un’etichetta, o hashtag che dir si voglia, nella quale verrà riportata la dicitura Ad, che indica appunto la pubblicità che viene racchiusa da quel tipo di contenuto.
Inoltre, ad affiancare tale etichetta, ci sarà anche il nome del brand che ha prodotto tale articolo e che intende sfruttare una partnership con quell’azienda che possiede un profilo social su Facebook.
La nuova regola risulta essere ferrea ed estremamente importante per poter garantire il massimo livello di correttezza sul social network.
Se questi due elementi dovessero venire a mancare, il contenuto potrà essere rimosso da Facebook stesso, proprio perché viola le nuove norme adottate da pochissimo tempo a questa parte.

I vantaggi per i brand

Quando un brand si comporta in maniera corretta, ad ottenere vantaggi saranno sia chi ha inserito quel contenuto che l’azienda produttrice del bene in questione.
Questo per il semplice fatto che, grazie alla nuova norma su Facebook, sarà possibile poter monitorare l’andamento di quel contenuto e poterlo trasformare in una campagna pubblicitaria migliore sotto ogni punto di vista.
Queste norme, sulla correttezza, sono già state implementate sul social network e pertanto, chi intende inserire tali tipologie di contenuti, dovrà prestare la massima attenzione per evitare delle conseguenze tutt’altro che simpatiche.
La correttezza è tutto su Facebook e grazie ad essa, a vincere saranno coloro che rispettano le suddette norme, visto che i loro contenuti non subiranno alcun tipo di penalizzazione e non verranno affatto rimossi.